Home > Riviste > Acta Vulnologica > Fascicoli precedenti > Acta Vulnologica 2012 June;10(2) > Acta Vulnologica 2012 June;10(2):41-56

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ACTA VULNOLOGICA

Rivista di Fisiopatologia e Terapia delle Lesioni Ulcerative Cutanee


Official Journal of the Italian Association for Cutaneous Ulcers
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Acta Vulnologica 2012 June;10(2):41-56

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano, Inglese

Correlazione tra reparti di degenza e comparsa di lesioni da pressione: osservazioni di una lungodegenza e la provenienza dei propri pazienti

Giuliani G. C.

Department of Long-term Care “Villa Iris” Casa di Cura, Pianezza, Turin, Italy


PDF  


L’incidenza e la prevalenza delle lesioni da pressione variano a seconda delle popolazioni osservate, nonché dai reparti in cui queste vengono ricoverate. È stata valutata la provenienza di un campione di pazienti ricoverati presso un reparto di lungodegenza: si tratta in particolare di 2500 pazienti che costituiscono una casistica della quale sono stati raccolti ed archiviati numerosi parametri funzionali e non. La provenienza dei pazienti decubitati è risultata soprattutto legata a reparti ove il ricovero è giustificato da un grave evento acuto (tipo fratture femore, ictus, neoplasie ecc.) e quindi neurologie, ortopedie, oncologie ed urologie, che presentano dati “peggiori” degli altri “reparti per acuti (medicine e chirurgie)” nonché delle Lungodegenze. Tali dati confermerebbero come nella genesi delle lesioni risulti importante non solo il punteggio di rischio ma anche e soprattutto la rapidità con cui questo si forma, nonché la gravità dell’evento acuto. Nel caso, invece, dei pazienti cronici, vi è un peggioramento più lento e progressivo, accompagnato, verosimilmente anche da una maggiore sensibilità del personale di assistenza al problema ed al suo trattamento.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail