Home > Riviste > Acta Vulnologica > Fascicoli precedenti > Acta Vulnologica 2011 March;9(1) > Acta Vulnologica 2011 March;9(1):37-44

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ACTA VULNOLOGICA

Rivista di Fisiopatologia e Terapia delle Lesioni Ulcerative Cutanee


Official Journal of the Italian Association for Cutaneous Ulcers
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

Acta Vulnologica 2011 March;9(1):37-44

lingua: Inglese, Italiano

L’ulcera cutanea cronica nel paziente anziano: quali outcomes

Calveri M., Luna L., Peruzza S.

Geriatric Unit, Conegliano Hospital, ULSS 7, Pieve di Soligo, Treviso, Italy


PDF  


Obiettivo. È noto che le caratteristiche di fragilità del paziente anziano condizionano in modo determinante l’esito clinico. Il principale obiettivo di questo studio è di valutare se esiste una qualche correlazione tra le condizioni di comorbilità, lo stato funzionale, la performance cognitiva, e l’outcome clinico in una popolazione di anziani afferenti all’ambulatorio della nostra U.O.S. di Vulnologia Geriatrica.
Metodi. Attraverso un’analisi epidemiologica retrospettiva (mediante un database costruito su software EPI-INFO) abbiamo comparato i valori medi della CIRS (Cumulative Illness Rating Scale), delle ADL (Activities Daily Living), dello SPMSQ (Short Portable Mental Status Questionnaire) e di altri indicatori clinici di 200 pazienti guariti dalla patologia ulcerosa cutanea cronica agli arti inferiori, cercando anche se esiste una qualche correlazione in termini di rischio predittivo con il tempo di guarigione (outcome clinico definito).
Risultati. L’età, soprattutto nella fascia tra gli 80 e 90 aa, condiziona in senso negativo alcuni dei parametri rilevati. L’età >84 aa, un punteggio elevato della comorbilità (CIRS>6), il deficit cognitivo (SPMSQ>4) e l’assunzione di un numero di farmaci maggiore di 3 sono risultati indicatori predittivi indipendenti di un maggior tempo di guarigione (>100 gg) delle lesioni cutanee croniche agli arti inferiori.
Conclusioni. Il nostro studio epidemiologico, dimostra che le ulcere croniche guariscono in tempi maggiori nei soggetti che hanno un’età avanzata, sono maggiormente compromessi sul piano della salute fisica e mentale e che assumono un maggior numero di farmaci.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail