Home > Riviste > Acta Vulnologica > Fascicoli precedenti > Acta Vulnologica 2009 Marzo;7(1) > Acta Vulnologica 2009 Marzo;7(1):27-30

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ACTA VULNOLOGICA

Rivista di Fisiopatologia e Terapia delle Lesioni Ulcerative Cutanee


Official Journal of the Italian Association for Cutaneous Ulcers
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Acta Vulnologica 2009 Marzo;7(1):27-30

lingua: Inglese

Il lavaggio antisettico delle mani come prevenzione della trasmissione delle infezioni. Un progetto per migliorare l’aderenza alle linee guida attraverso l’introduzione di una soluzione su base alcolica (SoftaMan) in un setting residenziale

Pandale M., Angelini L.

1 Geriatrician at ICOS, Cervesina, Pavia, Italy
2 Nursing Coordinator at ICOS Cervesina, Pavia, Italy


PDF  


Obiettivo. Il lavaggio delle mani rappresenta il cardine della prevenzione delle infezioni e uno dei gesti più disattesi dagli operatori sanitari (OOSS.) per diversi motivi: carenza di formazione, di esperienza e di conoscenza delle linee guida, carenza di agenti idonei per il lavaggio delle mani, carichi di lavoro eccessivi e/o personale insufficiente, carenza di atti amministrativi di controllo. Numerosi studi hanno evidenziato come l’utilizzo di una soluzione alcolica rappresenti attualmente la scelta migliore per le proprietà intrinseche del prodotto, la facilità e semplicità d’uso. Obiettivo del presente studio è stato quello di migliorare l’igiene delle mani degli OOSS al fine di ridurre la flora batterica transitoria e residente, evitando in tal modo la trasmissione delle infezioni.
Metodi. Il progetto è strutturato in più fasi: educazione, utilizzo di una soluzione alcolica dislocata in punti strategici, monitoraggio dell’adesione alle procedure, rinforzo dei messaggi, verifica dei risultati
Risultati e conclusioni. Adesione alle procedure, riduzione delle infezioni, miglioramento della qualità di vita degli ospiti, riduzione dell’uso di antibiotici

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail