Home > Riviste > Acta Vulnologica > Fascicoli precedenti > Acta Vulnologica 2008 Settembre;6(3) > Acta Vulnologica 2008 Settembre;6(3):149-55

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ACTA VULNOLOGICA

Rivista di Fisiopatologia e Terapia delle Lesioni Ulcerative Cutanee


Official Journal of the Italian Association for Cutaneous Ulcers
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Acta Vulnologica 2008 Settembre;6(3):149-55

lingua: Italiano

Ulcere cutanee infette degli arti inferiori. Risultati di un trattamento combinato antimicrobico sistemico/topico con Sulfadiazina Argentica 1% in 257 pazienti nel controllo della contaminazione micotica

Tasinato R. 1, Pettenò E. 2, Mercurio D. 3, Fusto P. 4, Godina M. 1

1 Unità Operativa Complessa di Chirurgia Generale Presidio Ospedaliero, Dolo (Venezia), Italia
2 Istituto di Microbiologia e Virologia Università di Padova, Padova, Italia
3 Sezione di Riabilitazione Vascolare Policlinico San Marco, Mestre (Venezia), Italia
4 Diagnostica Vascolare Casa di Cura S. Camillo, Milano, Italia


PDF  


Il controllo della sovrainfezione batterica a livello del letto di una lesione ulcerativa è considerato un requisito indispensabile nell’ottenimento della sua riepitelizzazone. L’analisi delle specie microbiche che vengono isolate a livello di queste lesioni, indipendentemente dalla loro eziopatogenesi, evidenzia la prevalenza di germi opportunistici di origine cutanea o enterica associata alla costante presenza di miceti. Lo studio considera il tipo e la distribuzione delle infezioni batteriche e micotiche in un gruppo di 257 pazienti ambulatoriali consecutivi affetti da ulcere cutanee croniche degli arti inferiori. Tutte le lesioni sono state sottoposte a prelievo e campionatura batteriologica dell’essudato mediante doppio prelievo per coltura in aerobiosi ed anaerobiosi. I Pazienti sono stati seguiti nell’arco di tempo necessario alla completa riepitelizzazione delle lesioni con accessi settimanali in ambulatorio e trattamento infermieristico domiciliare integrato. Il vantaggio, espresso in termini di rapidità di riepitelizzazione delle lesioni ulcerative, è stato significativamente maggiore nei pazienti trattati con Argento Sulfadiazina 1% in associazione a terapia antimicrobica sistemica rispetto ai pazienti trattati con la sola terapia antimicrobica sistemica e trattamento topico standard. Con questo protocollo si è ottenuto una riduzione del tempo medio di riepitelizzazione del 37,9%. Significa-tivamente maggiore è stato anche il vantaggio relativamente alla sintomatologia associata, al controllo del dolore e alla preservazione del trofismo della cute perilesionale. Sul piano terapeutico gli Autori rilevano come le metodiche di medicazione che prevedono l’utilizzo di Argento Sulfadiazina 1% siano in grado di offrire un controllo più efficace della sovrapposizione fungina garantendo nel contempo una buona azione antibatterica, rispetto a regimi terapeutici che prevedano l’utilizzo di sostanze antisettiche in associazione o meno a preparati antibiotici.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail