Home > Riviste > Acta Vulnologica > Fascicoli precedenti > Acta Vulnologica 2007 March;5(1) > Acta Vulnologica 2007 March;5(1):7-12

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ACTA VULNOLOGICA

Rivista di Fisiopatologia e Terapia delle Lesioni Ulcerative Cutanee


Official Journal of the Italian Association for Cutaneous Ulcers
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Acta Vulnologica 2007 March;5(1):7-12

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

La gestione dell’essudato sotto elastocompressione: evoluzione delle schiume di poliuretano

Nebbioso G. 1, Petrella F. 2

1 Azienda Sanitaria Napoli 1
2 Azienda Sanitaria Napoli 5


PDF  


Il bendaggio elastocompressivo rappresenta il gold standard per la terapia delle ulcere venose degli arti inferiori. È pur vero, d’altronde, che l’essudato che si raccoglie al di sotto del bendaggio elastocompressivo interferisce con il processo di riparazione tessutale causando: macerazione perilesionale, dolore e bruciore, aumento del turnover delle medicazioni, maggiori possibilità di contaminazione batterica di grado elevato, ritardo di guarigione ed aumento dei costi sanitari. L’applicazione di schiume di poliuretano al di sotto del bendaggio elastocompressivo, grazie alle capacità di assorbire e trattenere l’essudato, permette di ovviare a gran parte degli inconvenienti suddetti. In particolare si assiste ad un raddoppio degli intervalli di medicazione e di bendaggio con una netta riduzione dei costi, intesi sia come uso di materiali che come impegno orario del personale sanitario. In alcuni casi peraltro alcune schiume provocano la disidratazione della lesione e la compressione dei margini perilesionali con effetto a stampo e conseguente rallentamento o blocco del processo di riparazione tessutale. Un nuovo tipo di schiuma di poliuretano (New Allevyn) grazie alle sue caratteristiche strutturali e morfologiche sembrerebbe ovviare a tali inconvenienti. In questo studio, svolto su un gruppo di pazienti con ulcere venose, New Allevyn ha confermato una buona capacità di gestire l’essudato e ha contemporaneamente garantito un corretto ambiente umido del fondo lesionale, riducendo in maniera evidente gli effetti compressivi a stampo perilesionali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail