Home > Riviste > Acta Phlebologica > Fascicoli precedenti > Acta Phlebologica 2014 Dicembre;15(3) > Acta Phlebologica 2014 Dicembre;15(3):107-15

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ACTA PHLEBOLOGICA

Rivista sulle Malattie delle Vene e dei Linfatici


Official Journal of the Italian College of Phlebology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Acta Phlebologica 2014 Dicembre;15(3):107-15

lingua: Inglese

Valutazione dell’insufficienza venosa cronica cerebro-spinale mediante il programma computerizzato di mappa emodinamica morfologica

Mandolesi S. 1, Niglio T. 2, D’Alessandro A. 3, Mandolesi D. 1, Agati L. 1, D’Alessandro A. 4, Ciccone M. M. 5, Zito A. P. 5, Orsini A. 6, Manconi E. 7, Fedele F. 1

1 Department of Cardio‑vascular and Respiratory Sciences, Nephrology and Geriatric, “Sapienza” University, Rome, Italy;
2 Istituto Superiore di Sanità, Rome, Italy;
3 Department of Angiology, T. Masselli‑Mascia Hospital San Severo, Naples, Italy;
4 Faculty of Medicine Catholic University, Our Lady of Good Counsel, Tirana, Albanian;
5 Cardiovascular Diseases Section, Department of Emergency and Organ Transplantation (DETO), University of Bari, Bari, Italy;
6 Department of Chirurgia Vascolare, Gioia Hospital Sora, Frosinone, Italy;
7 Department of Cardiovascular and Neurological Sciences, University of Cagliari, Cagliari, Italy


PDF  


OBIETTIVO: L’obiettivo del presente studio è stato quello di determinare un algoritmo di analisi dei dati EcoColorDopper (ECD) di pazienti con sclerosi multipla (SM) affetti da insufficienza venosa cronica cerebrospinale (CCSVI) utilizzando una mappa emodinamica morfologica computerizzata (MEM - net). La CCSVI è una nuova condizione nosologica vascolare che è stata recentemente evidenziata anche nei pazienti con SM.
METODI: Abbiamo studiato 552 pazienti con sclerosi multipla (età media: 43±10 anni) con Eco-Color-Doppler MyLab Vinco sistema, Esaote, di cui 333 donne (60%) e 219 maschi (40%). L’identificazione della CCSVI mediante esame ECD è stata ottenuta seguendo i criteri di Zamboni. I dati ECD sono stati analizzati da un software MEM-net (www.mem - net.it), che ha reso possibile una diagnosi online della CCSVI risultata positiva nell’83% e negativa nel 17% dei pazienti.
RISULTATI: Abbiamo classificato la CCSVI in tre diverse tipologie, avendo individuato un nuovo parametro emodinamico la “compressione venosa “. Il tipo 1 che presenta con blocco endovenoso nel 17% dei casi, il tipo 2 con compressione extravenosa nel 4% e il tipo 3 con entrambe le condizioni (79%).
CONCLUSIONI: I risultati rappresentano la base emodinamica per una nuova classificazione della CCSVI, che può portare a una migliore ottimizzazione del trattamento individuale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail