Home > Riviste > Acta Phlebologica > Fascicoli precedenti > Acta Phlebologica 2014 April;15(1) > Acta Phlebologica 2014 April;15(1):13-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ACTA PHLEBOLOGICA

Rivista sulle Malattie delle Vene e dei Linfatici


Official Journal of the Italian College of Phlebology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Acta Phlebologica 2014 April;15(1):13-8

lingua: Inglese

Un nuovo sistema di misurazione fotografica computerizzato per la valutazione delle ulcere croniche

De Franciscis S. 1, 2, Fragomeni G. 1, Caruso M. V. 1, De Franciscis A. 1, Perri P. 1, Buffone G. 1, Serra R. 1, 2

1 Department of Medical and Surgical Science, University Magna Graecia of Catanzaro, Catanzaro, Italy;
2 Interuniversity Center of Phlebolymphology, International Research and Educational Program in Clinical and Experimental Biotechnology, University Magna Gracia of Catanzaro, Catanzaro, Italy


PDF  


OBIETTIVO: Le ulcere cutanee croniche, come le ulcere venose degli arti inferiori, affliggono una percentuale considerevole della popolazione e possono prevedere molto tempo per la guarigione. Per tale motivo la possibilità di rilevare delle misurazioni cliniche è importante, specialmente per poter delineare il potenziale di guarigione e indirizzare le lesioni verso la terapia più appropriata. Lo scopo di questo studio è quello di identificare un nuovo strumento che possa descrivere il processo di guarigione di una ulcera cronica.
METODI: È stato realizzato un programma basato sull’analisi delle immagini utilizzando il software Matlab 2008b. È stata create un’interfaccia grafica nella quale ogni pulsante aveva una specifica funzione. Il sistema era capace di caratterizzare le strutture biologiche mediante l’analisi colorimetrica e geometrica dimensionale. Il sistema ha analizzato cinque sequenze complete di immagini fotografiche che raffiguravano l’intero processo di guarigione di una ulcera cronica
RISULTATI: Il sistema è stato in grado di identificare, attraverso l’analisi numerica, la diversità delle varie superfici che sono presenti in una lesione ulcerativa: tessuto di granulazione, escara, tessuto necrotico.
CONCLUSIONI: Il sistema si è rivelato in grado di identificare le varie componenti tissutali di una lesione ulcerativa cronica e può quindi rappresentare uno strumento particolarmente interessante per essere utilizzato in vivo sui pazienti per valutare il processo di guarigione delle ulcere croniche.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail