Home > Riviste > Acta Phlebologica > Fascicoli precedenti > Acta Phlebologica 2011 August;12(2) > Acta Phlebologica 2011 August;12(2):109-13

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ACTA PHLEBOLOGICA

Rivista sulle Malattie delle Vene e dei Linfatici


Official Journal of the Italian College of Phlebology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Acta Phlebologica 2011 August;12(2):109-13

lingua: Inglese

EcoDoppler extracranico venoso e la possibile correlazione tra sclerosi multipla e CCSVI: uno studio osservazionale condotto dopo 560 esami

Bavera P. M. 1, Mendozzi L.2, Cavarretta R. 2, Agus G. B. 3

1 Vascular Surgery and Angiology Service, Fondazione Don Carlo Gnocchi, Milan, Italy
2 Neurology and Multiple Sclerosis Ward, Fondazione Don Gnocchi, Milan, Italy
3 Section of Vascular Surgery and Angiology, Department of Specialist Surgical Sciences, University of Milan, Milan, Italy


PDF  


Questo lavoro riassume, sotto forma di studio osservazionale, i risultati di 560 esami ecoDoppler eseguiti su altrettanti pazienti malati di sclerosi multipla. Gli esami sono stati eseguiti dallo stesso medico operatore utilizzando due apparecchi diversi ma con caratteristiche tecniche simili. Tutti gli esami sono stati effettuati seguendo le caratteristiche richieste dal “Protocollo Zamboni”, chirurgo vascolare che per primo ha osservato e classificato le specifiche tecniche di questo tipo di esame. Di fatto lo studio prevede la ricerca e quantificazione di anormalità morfologiche e flussimetriche del sistema venoso dei vasi del collo, più precisamente del sistema giugulare e vertebrale e, di riflesso, frequentemente anche dell’azygos.
I risultati ottenuti, per numeri e tipologie di anomalie venose e valvolari, in una percentuale decisamente interessante fanno pensare che non vi siano delle semplici coincidenze bensì delle possibili correlazioni tra SM e l’insufficienza venosa cerebrospinale cronica, ormai nota come CCSVI. Questo studio ha lo scopo di dimostrare, con un numero di casi interessante, quanto questo esame abbia aperto nuove strade nella diagnostica strumentale pur essendo limitato a operatori esperti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail