Home > Riviste > Acta Phlebologica > Fascicoli precedenti > Acta Phlebologica 2002 Aprile;3(1) > Acta Phlebologica 2002 Aprile;3(1):39-48

ULTIMO FASCICOLOACTA PHLEBOLOGICA

Rivista sulle Malattie delle Vene e dei Linfatici


Official Journal of the Italian College of Phlebology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ORIGINAL ARTICLES  


Acta Phlebologica 2002 Aprile;3(1):39-48

lingua: Inglese

Deep intravenous atypical valvuloplasties. Four cases report

Corcos L. 1, Cavina C. 2, Peruzzi G. 2, Procacci T. 2, Spina T. 2, De Anna D. 3

1 Master in Phlebolymphology, University of San Marino and Ferrara;
2 Prosperius Institute for Clinical Research, Firenze;
3 Department of General Surgery, University of Udine


PDF  ESTRATTI


Sono state descritte varie metodiche per l’esecuzione della valvuloplastica interna delle vene profonde, ma non vi sono informazioni circa il trattamento chirurgico delle alterazioni atipiche delle valvole venose.
Gli Autori presentano 4 casi di alterazioni e varianti morfologiche valvolari in casi affetti da insufficienza venosa cronica profonda e verificare l’eventuale ruolo delle valvuloplastiche intravenose atipiche.
I pazienti sono stati selezionati e controllati con eco Doppler, misurazione degli indici di pressione venosa superficiale e profonda, fotopletismografia, flebografia ascendente.
Caso 1: femmina di 52 anni, arto inferiore destro: sintomatologia dolorosa; IVC primaria ed aneurisma fusiforme di 3 cm della vena poplitea. Resezione dell’aneurisma e ricostruzione di valvola tricuspide (follow-up 8 anni).
Caso 2: femmina di 48 anni, arto inferiore sinistro: sintomatologia dolorosa, iniziali distrofie; IVC primaria ed aneurisma fusiforme di 4,5 cm della vena femorale comune con valvola monocuspide della parete posteriore. Resezione dell’aneurisma e ricostruzione della valvola monocuspide (follow-up 7 anni).
Caso 3: maschio di 28 anni, arto inferiore sinistro: sintomatologia dolorosa, distrofie ed ulcera cronica di 2 cm: IVC secondaria della vena poplitea con atrofia della cuspide posteriore. Ricostruzione di valvola monocuspide (follow-up 4 anni).
Caso 4: maschio di 45 anni, arto inferiore destro: sintomatologia dolorosa, distrofie ed ulcera cicatrizzata; IVC secondaria della vena poplitea. Ricostruzione di valvola tricuspide (follow-up 3 anni).
È stato ottenuto quanto segue: miglioramento clinico e valvole pervie in tutti i casi; abolizione del reflusso nei casi 1, 2 e riduzione nei casi 3, 4; normalizzazione degli indici emodinamici nei casi 1, 2, 3, invariati nel caso 4; guarigione stabile dell’ulcera in 2 settimane nel caso 3; regressione progressiva delle distrofie nei casi 2, 3, 4.
In casi selezionati affetti da IVCP primaria o secondaria, con alterazioni valvolari atipiche, è possibile e proponibile eseguire con successo VPA delle vene profonde.

inizio pagina