Home > Riviste > Acta Phlebologica > Fascicoli precedenti > Acta Phlebologica 2001 Aprie;2(1) > Acta Phlebologica 2001 Aprile;2(1):29-32

ULTIMO FASCICOLOACTA PHLEBOLOGICA

Rivista sulle Malattie delle Vene e dei Linfatici


Official Journal of the Italian College of Phlebology
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ORIGINAL ARTICLES  


Acta Phlebologica 2001 Aprile;2(1):29-32

lingua: Italiano, Inglese

Il Pin Stripping nel trattamento delle varici essenziali degli arti inferiori. La nostra esperienza

Cristiani A. M., Carissimi T., Zinnari R., Morchio E., Bertoglio C.

Department of Neuro-Cardio-Vascular Sciences, Operative Vascular Surgery Unit, Ospedale Civile di Imperia, Italy


PDF  ESTRATTI


OBIETTIVO: Pur essendo lo stripping della grande safena il trattamento chirurgico d’elezione delle varici essenziali degli arti inferiori con incontinenza della giunzione safeno-femorale, si possono verificare tuttavia delle complicazioni quali ematomi del canale della safena e danni al nervo omonimo.
Abbiamo condotto uno studio per verificare se il PIN stripping con l’apparecchiatura di Oesch, sia meno traumatico per il tessuto sottocutaneo e provochi un numero minore di complicanze, quali ematomi post-chirurgici, dolore, danni nervosi e risultati estetici migliori.
METODI: Settantotto pazienti maschi e femmine, affetti da incontinenza della giunzione safeno-femorale e della grande safena, dopo esame eco color-Doppler venoso, sono stati trattati da febbraio 1999 a settembre 2000, con la metodica di Pin Stripping con l’apparecchiatura di Oesch. La procedura chirurgica è stata completata con la varicectomia con l’uncino di Oesch, seguita da un bendaggio elasto-compressivo per 7 giorni e da calze elastiche per ulteriori 3 settimane.
RISULTATI: Abbiamo riscontrato in 22 casi lacerazioni della vena, ma non abbiamo osservato infezioni della ferita chirurgica, ematomi del canale della safena o sintomi associati a danni nervosi. Le piccole dimensioni del foro di uscita non hanno richiesto l’utilizzo di sutura o di cerotti adesivi.
CONCLUSIONI: Per prevenire le complicanze legate allo stripping tradizionale, lo stripping corto sembra una valida alternativa specialmente nella prevenzione delle recidive. Il Pin Stripping con apparecchiatura di Oesch è in effetti uno stripping corto. In accordo con altri autori, la nostra esperienza conferma, la validità di questa tecnica nel prevenire complicanze maggiori legate allo stripping lungo e nell’ottenere dei risultati estetici migliori.

inizio pagina