Home > Journals > MR Giornale Italiano di Medicina Riabilitativa > Past Issues > MR Giornale Italiano di Medicina Riabilitativa 2008 December;22(4) > MR Giornale Italiano di Medicina Riabilitativa 2008 December;22(4):389-93

CURRENT ISSUE
 

ARTICLE TOOLS

Reprints

MR GIORNALE ITALIANO DI MEDICINA RIABILITATIVA

SIMFER Journal for Professional Training, Information and Updating

 

LAVORI VINCITORI  II CONGRESSO NAZIONALE MEDICI IN FORMAZIONE SPECIALISTICA IN MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA Bologna, 12 Settembre 2008


MR Giornale Italiano di Medicina Riabilitativa 2008 December;22(4):389-93

language: Italian

Incidenza e severità del linfedema secondario a carcinoma della mammella con asportazione del linfonodo sentinella

Sambini M., Zanetti L., Corradini R., Munari A. M., Ferraro C.

Unità Operativa Complessa di Riabilitazione Ortopedica Scuola di Specializzazione in Medicina Fisica e Riabilitativa Università-Azienda Ospedaliera, Padova, Italia


FULL TEXT  


Obiettivo. Il linfedema dell’arto superiore è la più frequente complicanza della chirurgia per il carcinoma mammario. Il fattore di rischio principale è riconosciuto nella linfoadenectomia ascellare. In relazione al ruolo prognostico giocato da questa procedura si è sviluppata una tecnica minimamente invasiva detta biopsia del linfonodo sentinella che permette la stadiazione risparmiando le stazioni linfonodali ascellari così da scongiurare la comparsa di linfedema. L’esigenza di valutare l’impatto della biopsia del linfonodo sentinella ha spinto l’ideazione di questo lavoro con l’intento di chiarire aspetti epidemiologici e suggerire un’eventuale procedura di monitoraggio dei pazienti sottoposti a intervento per carcinoma mammario.
Metodi. Lo studio è stato svolto su 94 pazienti trattate per carcinoma mammario presso diversi reparti chirurgici della provincia di Padova ed afferite presso L’UOS di Riabilitazione Oncologica della UOC di Riabilitazione dell’Azienda Ospedaliera-Università di Padova dal 2002 al 2007.
Risultati. Lo studio ha evidenziato la comparsa di linfedema anche nei soggetti sottoposti a biopsia del sentinella, sebbene in percentuale inferiore, con quadri clinici lievi e un intervallo libero da malattia maggiore rispetto ai soggetti sottoposti a linfoadenectomia.
Conclusioni. Nella pratica clinica riabilitativa queste nozioni aiutano la programmazione dei tempi di follow-up e l’approccio terapeutico.

top of page

Publication History

Cite this article as

Corresponding author e-mail